REYKJAVIK E DINTORNI

GUIDA DI REYKJAVIK E DINTORNI

REYKJAVIK

Il primo abitante di quella che sarebbe diventata la capitale più settentrianale al mondo, fu Ingolfur Arnarson, un norvegese in fuga dalla madrepatria , che nell’871 d.C. approdò in una baia fumosa (Reykjavik significa proprio questo) avvolta dal vapore sprigionato dalle numerose bocche geotermali diffuse nelle campagne circostanti. Reykjavik, conta circa 120000 abitanti, il cuore della città, insieme al suo porto, occupa una piccola penisola che potrete visitare in una giornata. La Laugavergur, che attraversa la città, è la via principale della capitale, qui  potrete trovare le principali attrazioni insieme a  tutti i principali negozi , bar, ristoranti  ed hotel.

Visualizza REYKJAVIK E DINTORNI in una mappa di dimensioni maggiori

DA VEDERE :

Hallgrimskirkja – E’ il simbolo della città e dell’intera Islanda, la costruzione di questa immensa e appariscente chiesa cominciò nel 1940 e durò ben 34 anni prima di essere inaugurata nel 1974, purtroppò il suo architetto, Gudjon Samuelsson morì prima che la sua opera fosse completata. Le grandi colonne che adornano la facciata esterna della chiesa, rappresentano il basalto colonnare, formazione geologica molto diffusa in Islanda. All’interno della chiesa noterete subitò l’enorme organo composto da 5275 canne,  potrete ascoltarlo tre volte a settimana durante i concerti che si tengono nella stagione estiva. Non dimenticate di prendere l’ascensore che vi porterà in cima alla torre (75 m) della chiesa, il panorama della città è meraviglioso.

Perlan e Museo delle Saghe– Un enorme cupola di vetro costruita sopra delle cisterne di acqua, all’interno troverete un piccolo museo di storia, il museo delle saghe, e una piattaforma di osservazione che offre un  panorama a 360° sulla capitale e i monti circostanti.

Museo Nazionale – Se volete farvi un’idea sulla storie e cultura islandese, questo è il posto giusto

Casa della Cultura Nazionale – Mostra permanente che illustra il periodo delle saghe e delle divinità nordiche , da non perdere per tutti gli appassionati e non.

Museo Marittimo Vikin – Racconta la storia della marineria islandese attraverso i pescherecci che hanno trasformato l’economia del paese, con lo stesso biglietto potrete salire a bordo della guardiacostiera Odinn, che durante gli anni ’70 , fu protagonista delle guerre del merluzzo , quando i pescatori britannici e islandesi si contesero i diritti di pesca nel nord Atlantico

Museo d’arte di Reykjavik – Fondato nel 1973, il Reykjavík Art Museum (RAM) è la più grande istituzione di arte visiva in Islanda. Il museo è aperto tutti i giorni della settimana e si trova in tre punti diversi della città: la mostra Kjarvalsstadir sala a Miklatún, inaugurato nel 1973, che ospita dipinti e sculture; Hafnarhus, un  museo di arte contemporanea, situato nel centro di Reykjavik, inaugurato nel 2000, in cui si esplorano i nuovi sviluppi dell’arte, e la Ásmundur Sveinsson Sculpture Museum e Parco a Sigtun, inaugurato nel 1991, che è dedicata al lavoro dello scultore Sveinsson Ásmundur.

 Galleria Nazionale d’Islanda – Oltre ad alcune opere di Picasso e Munch, la galleria ospita una vasta collezione di dipinti del XIX e del XX secolo, realizzati dai più famosi artisti islandesi

Giardini Botanici di Reykjavik – All’interno potrete osservare le oltre 5000 varietà di specie vegetali sub-artiche.

Radhus – E’ il municipio della città, da non perdere l’incredibile cartina tridimensionale dell’Islanda custodita all’interno

Domkirkja – E’ la cattedrale d’Islanda, l’edificio che vedete oggi risale al 1848

Althingi – Il primo parlamento islandese nonchè del mondo, fu fondato nel 930 d.C. a Thingviller, località non lontana dalla capitale, nel 1281 il parlamento si scioglie ed il paese viene annesso alla Norvegia perdendo di fatto  la sua indipendenza. Ci vollero ben 600 anni prima che il paese cominciasse a riconquistare la sua autonomia e solo nel 1881 la  sede del nuovo parlamento fu spostata nella capitale, le sue riunioni sono aperte al pubblico.

Piazza Ingolfstorg – Il fumo che noterete uscire dal centro della piazza, non è altro che calore geotermico che viene fatto sfogare verso l’esterno, sulla piazza si affacciano le case più antiche della città, sicuramente la più importante è la Falkahus, qui venivano custoditi i falchi islandesi prima di inviarli via nave ai nobili europei.

ATTIVITA’ :

Piscine e spa  – Tutta l’acqua delle piscine islandesi è naturalmente riscaldata dal calore geotermico, la loro temperatura si mantiene generalmente sui 29° ma le acque delle vasche idromassaggio possono raggiungere anche i 40° , qui potrete vedere la mappa con le piscine della capitale.

– Spiaggia geotermale di Nautholsvik : Si trova direttamente sulle rive dell’ Atlantico, ma non allamatevi, le acque antistanti la spiaggia (la sabbia è importata dal Marocco) sono riscaldate da una sorgente di acqua calda artificiale.

Laugardalslaug – E’ la piscina più grande e migliore d’Islanda , annessa alla struttura, troverete una Spa a 5 stelle, dove potrete trovare tutto quello che serve per rilassarvi, compresa una clinica di bellezza

Equitazione – Nei dintorni della capitale sorgono numerose fattorie con maneggio, che organizzano escursioni che vanno da qualche ora a diversi giorni, queste le principali:

Eldhestar

Ishestar

laxnes

 Escursioni – Se volete concedervi una visita guidata della città affidatevi alla Goecco, offre numerose  soluzioni, se preferite la bici date un’occhiata ad Icelandbike 

 

 DINTORNI DI REYKJAVIK

 ISOLA DI VIDEY

 Se avete voglia di una gita in giornata, fate un visita a questa piccola e disabitata isola, si trova a poco più di un 1 km a nord di Reykjavik, a parte interassanti luoghi da visitare, l’isola è un posto meraviglioso per gli amanti del birdwatching e per i botanici, qui cresce infatti, un terzo di tutte le piante presenti in Islanda, nel mese di agosto molta gente viene a raccogliere il cumino selvatico, piantato in origine da Skuli Magnusson ( il fondatore della moderna Reykjavik). Ci sono numerosi sentieri che permettono di visitare l’isola, se potete visitatela in bici

DA VEDERE :

– Chiesa in legno del XVIII secolo

– Il più antico edificio in pietra di tutta l’islanda – Rappresenta la dimora signorile di Videyarstorfa, fatta costruire da Skuli Magnusson, il fondatore della moderna Reykjavik, nel 1751

– Imagine Peace Tower – E’ stata voluta da Yoko Ono e fu realizzata nel 2007, emette un potente fascio di luce nel cielo, ogni notte, dal 9 ottobre (giorno di nascita di John Lennon) all’8 dicembre (giorno della sua morte)

– Piccola grotta di Paradishellir

– Villaggio di pescatori abbandonato di Sundbakki

– Colonne di basalto di Vesturey – Si trovano nella punta settentrionale dell’ isola

– L’opera d’arte di Richard Serra – segna il punto più settentrionale dell’isola

 SELTJARNARNES

E’ la punta settentrionale della penisola dove sorge la capitale, facilmente raggingibile con l’autobus n° 11 oppure con una bella passeggiata a piedi o in bici, una volta arrivati vedrete subito il faro bianco e rosso che sorge sull’isoletta di Gotta, se c’è bassa marea potrete raggiungerla a piedi, molto bella anche la spiaggia nera, antistante ad un campo da golf, Seltjarnarnes è il posto ideale per gli amanti del birdwatching.

KOPAVOGUR

E’ un piccolo sobborgo a sud della capitale,  da vedere:

– La chiese cittadina dalle forme rotondeggianti ed arcuate

Museo di storia naturale – Illustra nel dettaglio la geologia, la fauna e la flora del paese

Salurinn – E’ una sala da concerti, dall’ acustica eccezionale

Museo d’arte moderna Gerdarsafn – si trova proprio accanto al Salurinn

 

 

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


*