GEOLOGIA

Vulcani, geyser, fumarole, enormi campi di lava, ghiacciai, sorgenti calde, cascate, fiordi, è possibile vederli tutti nello stesso giorno, è questo che fa dell’Islanda il più grande laboratorio geologico a cielo aperto del pianeta. La storia dell’ isola, costituita quasi interamente da tufi e lava solidificata, comincia circa 20 milioni di anni, quando la continua fuoruscita di lava dall’antico pavimento oceanico, emerge dall’ Atlantico dando vita ad una neonata Islanda .

La vivacità e la varietà geologica di quest’ isola, è dovuta alla sua genesi, essa infatti, non è altro che una porzione emersa della dorsale medio-atlantica , un’ enorme frattura, che percorre l’intero Atlantico, da nord a sud, in corrispondenza della quale, le placche geologiche si allontanano ancora oggi, ad un velocità di circa 2-3 cm all’anno. L’islanda, ha una particolarità straordinaria, è uno dei pochi posti del pianeta in cui è possibile camminare fisicamente tra due continenti (geologici), la zona dove questo fenomeno risultà più evidente e tangibile è presso Þingvellir, non lontano dalla capitale, la prima delle tre tappe del cicolo d’oro, meta obbligata per i geologi e non , dove è possibile ritrovarsi con una gamba in America e l’altra in Europa. La più grande concentrazione di vulcani attivi del pianeta, si trova proprio in Islanda, se ne contano circa una trentina e undici di essi hanno eruttato almeno una volta nell’ultimo secolo, la più devastante dell’epoca moderna, fu quella di Laki che nel giugno del 1773 causò uno dei più grandi disastri della storia moderna. Vedi articolo.

Principali vulcani attivi :

Askja
Eyjafjallajökull
Grímsvötn
Hekla
Katla
Krafla
Surtsey

 


Be Sociable, Share!

2 pensieri su “GEOLOGIA

  1. Complimenti è veramente fatto bene; ho appreso molte notizie per il mio prossimo viaggio alla ricerca dell’aurora boreale e se avete altre notizie utili vi prego di comunicarmele.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


*